Sugar tax: slitta al 2022 la decorrenza della tassa

La legge di Bilancio 2021 apporta modifiche alla sugar tax e in particolare:

  • passa dal 1 gennaio 2021 al 1 gennaio 2022 la decorrenza dell’imposta
  • si definisce il soggetto obbligato al pagamento
  • si aggiungono tra gli obbligati anche il soggetto residente e non residente nel territorio dello stato per conto del quale le bevande edulcorate sono ottenute dal fabbricante o dall’esercente l’impianto di condizionamento
  • viene modificata la disciplina delle sanzioni amministrative prevendendo una generale riduzione

Riepilogo delle novità sulle sanzioni:

NUOVA SANZIONESANZIONE MINIMA
mancato pagamentoDal doppio al quintuplo dell’imposta evasa250€ (attualmente 500 euro)
ritardato pagamento 25% (attualmente 30%)150€  (attualmente 250 euro)
tardiva presentazione e ogni altra vuiolazioneda 250 € a 2.500 €
250€ (attualmente da 500 a 5.000)

Si ricorda che la legge n 160/2019 ossia la legge di bilancio 2020 aveva previsto e disciplinato una imposta sul consumo delle bevande analcoliche edulcorate:

  • nella misura del 10 euro per ettolitro nel caso dei prodotti finiti 
  • di 0,25 euro per chilogrammo nel caso di prodotti predisposti a essere utilizzati previa diluizione

Fonte: Fisco&Tasse.

2021-01-02T23:18:02+01:00