Certificato di circolazione EUR1 pre-vidimati: utilizzo prorogato al 31 dicembre

Con Circolare n.31 del 27 luglio 2021 le Dogane prorogano dal 31 luglio al 31 dicembre 2021 l’utilizzo della modalità di pre vidimazione dei certificati:

  • EUR1
  • EURMET
  • A.TR

riguardanti le operazioni di esportazione verso stati terzi diversi dalla confederazione elvetica.

La circolare specifica che, come è noto con esclusivo riferimento alle operazioni di esportazione dall’Italia verso la Confederazione Elvetica, in considerazione dei positivi risultati raggiunti in termini di efficacia ed efficienza della procedura sperimentale EUR1 “full digital” applicabile alle suddette operazioni, la circolare n. 16 del 30 aprile 2021 ha previsto il superamento, dal 1° maggio 2021, della possibilità di stampare il certificato di origine EUR1 su moduli pre-vidimati dall’Ufficio delle Dogane

Lo stesso provvedimento confermava, invece, sino al 31 luglio 2021, l’utilizzo della modalità di pre-vidimazione dei certificati EUR1, EURMED e A.TR relativi ad operazioni di esportazione diverse da quelle sopra indicate, in considerazione del perdurare della pandemia da COVID-19. 

Lo stato di emergenza, prorogato con deliberazione del Consiglio dei ministri del 21 aprile 2021, è stato ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2021 ad opera dell’articolo 1 del Decreto legge 23 luglio 2021, n. 105, recante Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche. 

Di conseguenza, l’utilizzo della modalità di pre-vidimazione dei certificati EUR1, EURMED e A.TR, relativi ad operazioni di esportazione verso Stati terzi diversi dalla Confederazione Elvetica, è dunque ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2021.

Fonte: Fisco&tasse.

2021-08-02T15:20:53+02:00